I WORKSHOP OFFERTI DA CREA

logo-crea-darkblue


1. Il Clima Creativo: Come creare un ambiente positivo per facilitare la creatività

con Laura Barbero e Luciano Boccucci

La facilitazione della creatività è il risultato di una miscela di quattro ingredienti: Persona, Processo, Prodotto e Ambiente. In particolare, l’impatto delle condizioni ambientali (tanto fisiche che psicologiche) sull’espressione della creatività costituisce un elemento chiave nella pratica della facilitazione, poiché influisce sugli atteggiamenti e le motivazioni delle persone, l’efficacia dei processi e la qualità del prodotto risultante. La costruzione di un clima positivo è pertanto critica per la facilitazione della creatività. Ma quali sono i fattori che incoraggiano o soffocano l’espressione della creatività? E quali sono le migliori pratiche di facilitazione e di leadership per costruire un clima creativo? In questo workshop, esamineremo le nove dimensioni-chiave del clima creativo evidenziate dal lavoro di Goran Ekvall, psicologo organizzativo svedese, e misurabili attraverso il test SOQ (Situational Outlook Questionnaire). Lavoreremo in sottogruppi per identificare le pratiche migliori che stimolano ciascuna delle dimensioni del clima creativo nel lavoro di facilitazione e per condividere le tecniche di maggior successo. Infine, esamineremo le dimensioni del clima creativo all’interno delle organizzazioni per comprendere l’impatto che la leadership può avere nella creazione di un ambiente che stimola la produzione dell’innovazione. I partecipanti saranno in grado di:

  1. Comprendere le dimensioni chiavi che caratterizzano il clima creativo;
  2. Identificare e condividere le migliori pratiche di facilitazione per costruire un clima creativo;
  3. Esplorare modi in cui leader possono influenzare un cambiamento di clima positivo nelle proprie organizzazioni al fine di conseguire risultati innovativi.

2. Rinviare il giudizio. Come, quando, perché

con Augusto Guingo Sylwan

Differire, sospendere, rinviare il giudizio è un ingrediente fondamentale della creatività e al tempo stesso una pratica che permette di vivere meglio con se stessi e con gli altri..  La sessione propone una serie di domande alle quali cercheremo di dare risposte con il lavoro di gruppo. La prima potrebbe essere: E’ facile facilitare i facilitatori? “


3. Metodi e tecniche per fare “bella figura” in pubblico

con Corinna Grandi e Guilherme Sarkis

Un workshop pratico e interattivo in cui i partecipanti potranno applicare la propria creatività sperimentando una carrellata di tecniche tratte dal public speaking e dall’improvvisazione teatrale. Ci sarà da ridere.


4. Leadership creativa: opportunità e sfide in un mondo di crescente complessità

con Laura Barbero e Luciano Boccucci

Viviamo in un mondo che cresce in complessità e che è soggetto a continui cambiamenti. Per questo creatività e pensiero creativo sono considerati come le capacità e doti centrali di un leader. I partecipanti a questo workshop sperimenteranno attitudini e capacità che potenziano la leadership creativa, rifletteranno sulle proprie esperienze di leadership e andranno alla scoperta del proprio percorso di leadership tra passato, presente e futuro, identificando le sfide da superare nel guidare se stessi e gli altri verso le direzioni desiderate. Il workshop è altamente interattivo ed destinato a chiunque si confronti con il tema della leadership, nel lavoro, in famiglia o nella società, considerando la leadership come un ‘processo’ che riguarda tutti noi, anziché come il dono carismatico di pochi.


5. La scuola che vorremmo

con Alessandro Grassini

Nel corso della sessione i partecipanti verranno guidati in un processo di pianificazione strategica che partendo dalla definizione di una vision per la scuola del futuro si concretizzerà in obiettivi strategici ed azioni concrete per rendere il sogno… realtà!


6. Provare per……… scrivere

con Maria Celeste Grassi

Come guidare ad ideare un testo. La sessione si propone di portare i partecipanti ad ideare una trama individuale originale e di scrivere l’incipit di un testo. Trama ed incipit verranno condivisi con il gruppo, mentre il materiale prodotto per arrivare all’ideazione sarà strettamente personale e riservato. Verranno utilizzate tecniche varie, quali esercizi di rilassamento, fantasie guidate, ascolto di musica, osservazione di immagini, scrittura delle varie componenti di un testo, esercizi di condivisione.


7. Shower Thinking

(sessione in inglese con supporto in italiano)

con Edouard Le Marechal e Corinna Grandi

Sappiamo tutti come spesso le idee migliori ci colgano nei momenti più assurdi e nei luoghi più inaspettati. A chi non è capitato di trovarsi faccia a faccia con un’idea geniale mentre si trova bello rilassato e insaponato nella doccia? In quei momenti siamo praticamente costretti a correre fuori gocciolanti per appuntarci la trovata del secolo prima che la malandrina scappi di soppiatto come è arrivata…. Come possiamo diventare consapevoli e guidare questi meccanismi di “shower thinking”? In questo workshop verranno proposte tecniche ed esercizi per allenare il cervello a trovare nuove idee mentre si è indaffarati in tutt’altre faccende, come per l’appunto… farsi una doccia!

 


8. Il Facilitatore come “jazz-player” ovvero, l’importanza del mostrare i propri errori

con Mavi Gianni

Molti fanno improvvisazione teatrale, per liberarsi dalla paura del fallimento, perché sul palco di improv non esistono errori, ma solo storie. Storie che partono da un gesto involontario, da un’intuizione, da un errore plateale. È per questo che l’improvvisazione libera dalla paura di fallire.

Durante questo modulo si potrà capire quanto sia utile mettersi in gioco ma quanto sia ancora più importante permettersi di sbagliare.


9. Fondamenti del Creative Problem Solving

con Matteo Catullo e Chiara Micalizzi

Che cosa intendiamo quando parliamo di CPS? Il workshop fornirà i fondamenti de processo di risoluzione dei problemi attraverso la creatività per trovare soluzioni innovative a problemi complessi.

I partecipanti acquisiranno gli strumenti base per sfruttare il Creative Problem Solving e ottenere risultati migliori e inaspettati sul lavoro e nella vita quotidiana.


10. Creative Problem Solving attraverso le arti

con Edouard Le Marechal e Alessia Berti

Creatività non significa necessariamente arte. E la possibilità di essere creativi non è un privilegio riservato agli artisti. Dal mondo dell’arte possiamo però attingere tecniche che diventano efficaci strumenti di Creative Problem Solving, particolarmente preziose nelle fase di Visione e Ideazione. I partecipanti saranno invitati “a sporcarsi le mani” e a lasciarsi andare alla sperimentazione, al segno e al colore.


11. Visione attraverso il mandala

con Marina Randich

La parola mandala ha dentro di se tanti significati, dal cerchio al regno, dalla totalità alla presenza nascosta. Noi useremo il processo del disegno, tra geometria e mano libera, per rispondere a tre domande riguardo a una nostra visione o sfida (in inglese si direbbe “scratching the proverbial itch”). Durante il processo di Creative Problem Solving ci si sposta dal centro alla chiarificazione, la trasformazione e l’implementazione, ritornando al centro quante volte sia necessario. Ogni sezione del mandala può portare a galla risposte che nascono dal centro e tendono verso l’azione. NB: per partecipare non occorre saper disegnare.


12. Your Body Speaks!

Con Davide Giansoldati

Un workshop che attraverso le tecniche dello Yoga e dello Yoga della Risata, risveglia l’energia della nostra voce. La nostra voce può essere meravigliosa, calda avvolgente, profonda. La nostra voce può incantare, coinvolgere, appassionare, motivare. La nostra voce nasce nel nostro corpo e si propaga come un’onda. In questo workshop esperienziale scoprirete che il corpo è la chiave della nostra voce grazie a Grounding, Respiro e Presenza.